Ritengo importante anzi fondamentale, in questa epoca in particolare ma forse in qualsiasi epoca, percorrere due strade parallele.

Una fatta di battaglie, di lotte, di resistenza, di attivismo e azioni concrete per difendere i nostri diritti e la nostra libertà, per combattere contro le ingiustizie, per opporsi con ostinazione alle forze del male.
E un’altra fatta di gioia, di spensieratezza, di leggerezza e divertimento, per godersi la vita e vivere il nostro tempo nel migliore dei modi possibili, per cogliere la preziosità del qui e ora, per alimentare con entusiasmo le forze del bene.

Una non deve escludere l’altra. Entrambe devono e possono coesistere.

Senza la prima si peccherebbe di indifferenza, di ignavia, di egoismo e superficialità. Senza la seconda si sprecherebbe il regalo più grande che ci è stato fatto dall’universo.

Riuscire a percorrere queste due strade contemporaneamente e in equilibrio, è una grande sfida che personalmente ho intrapreso da tempo. A volte riuscendoci, altre meno.
Ma se non altro so dove sto andando e di questi tempi, mi sembra già molto.